Impianti2024-05-24T10:19:06+02:00

I NOSTRI IMPIANTI

Micro-impianti biogas per trasformare i reflui e il letame in energia, anche nei piccoli allevamenti

Progettati per essere efficienti e vantaggiosi, anche se piccoli (da 20 Kw)

Grazie alla tecnologia brevettata, gli impianti di MicroBiogasItalia possono adattarsi alle dimensioni dell’allevamento e sono molto efficienti anche in contesti di piccole dimensioni.

Così anche i piccoli allevamenti possono dotarsi di un valido sistema di valorizzazione dei reflui e del letame senza dover ricorrere a grandi impianti, che sono molto impattanti dal punto di vista ambientale e poco vantaggiosi per le realtà medio-piccole.

Possono funzionare anche solo con i reflui o il letame prodotti dagli animali

Gli impianti MicroBiogasItalia sono progettati per essere alimentati anche solo con il letame o i reflui disponibili in allevamento.

A questi si possono aggiungere la frazione organica dei residui solidi urbani (l’umido), i fanghi di depurazione e altri sottoprodotti agroindustriali: siero di latte, scarti ortofrutticoli, trebbia di birra, borlande, sansa di olive.

Non è necessario aggiungere le cosiddette colture energetiche per renderli efficienti: così non si sottrae terreno utile per la coltivazione di colture destinate all’alimentazione degli animali e si tagliano le emissioni dei mezzi di trasporto che dovrebbero portare i cereali in azienda

Facili da installare e da gestire

I micro-impianti biogas sono:

  • consegnati pronti all’uso in un unico trasporto,
  • facili da installare e da disinstallare,
  • completamente automatizzati e gestibili da remoto anche con smartphone o tablet (basta una connessione internet).

Non richiedono presidio continuo o manodopera dedicata e non comportano costi aggiuntivi non previsti.

Possono essere integrati in allevamento, senza interventi strutturali

Gli impianti sono costituiti da una vasca in acciaio coibentato, sormontata da una cupola gasometrica a doppia membrana, e da un container dove sono conservati tutti i componenti tecnologici.

Il digestore è realizzato in acciaio inox di alta qualità a tenuta idraulica, isolato termicamente  da uno strato coibente.

Per installare l’impianto è sufficiente creare la piattaforma di cemento su cui posizionare il kit e predisporre lo scavo per la posa dei tubi di collegamento.

Nel caso di impianti a liquame e letame, i reflui vengono prelevati direttamente dalla vasca di raccolta già presente in azienda.

Un processo circolare che trasforma il letame in energia, calore e reddito

I micro-impianti biogas si alimentano con le deiezioni prodotte quotidianamente dagli animali in allevamento.

  1. Il concime fresco viene pompato direttamente nel digestore, dove viene miscelato a temperatura costante (39‑42 °C).
  2. Nel digestore, in assenza di ossigeno, enzimi e batteri specializzati fermentano la biomassa ed estraggono un gas ricco di metano.
  3. Il gas è filtrato e trasformato in energia grazie a un motore a combustione interna e a un generatore.
Impianto biogas a letame palabile

Micro impianti biogas a letame palabile

Per allevamenti bovini, ovini e avicoli. Sono alimentati con letame palabile, pollina, ecc.

Impianto biogas a liquame e letame

Micro impianti biogas a liquame e letame

Per allevamenti bovini, suini e ovini. Sono alimentati con i liquami e il letame prodotti dagli animali.

Domande frequenti

IN QUALI ALLEVAMENTI PUÒ ESSERE INSTALLATO UN MICRO-IMPIANTO BIOGAS?2024-05-22T18:30:06+02:00

Un micro impianto biogas può essere alimentato con le deiezioni di bovini, suini, ovini, bufalini, avicoli e conigli.

QUANTI CAPI SERVONO PER ALIMENTARE UN IMPIANTO BIOGAS?2024-05-22T18:30:31+02:00

Il numero di capi occorrente per un efficiente funzionamento dell’impianto varia a seconda della specie allevata e delle modalità di stabulazione degli animali.

SI POSSONO USARE ALTRI SCARTI OLTRE AL LETAME?2021-05-18T15:49:03+02:00

Oltre al letame e ai liquami prodotti dagli animali si può inserire nel digestore la frazione organica dei residui solidi urbani (il cosiddetto “umido”), i fanghi di depurazione e diversi sottoprodotti agroindustriali quali ad esempio siero di latte, scarti ortofrutticoli, trebbia di birra, borlande, sansa di olive ecc.

OCCORRE AGGIUNGERE CEREALI PER RENDERE L’IMPIANTO PIÙ EFFICIENTE?2024-05-22T18:31:10+02:00

Gli impianti di MicroBiogasItalia sono progettati per essere alimentati con i reflui o il letame prodotti dagli animali in azienda ed eventualmente con altri scarti dell’attività agricola. Non serve aggiungere cereali come mais, sorgo, triticale.

.

QUALI SONO I TEMPI DI INSTALLAZIONE?2023-03-07T11:18:53+01:00

Per completare le operazioni di installazione e montaggio serve una sola settimana.

DOPO QUANTO TEMPO SI PUÒ INIZIARE A PRODURRE ENERGIA?2024-05-22T18:31:32+02:00

È possibile cominciare a produrre energia elettrica dopo 3-4 settimane dall’avviamento.

Scarica la nostra brochure

Le informazioni sui nostri impianti biogas, in formato PDF (3,4 Mb)

Vuoi trasformare gli scarti dell’allevamento in una risorsa economica?

Torna in cima